Italian  Painter   Paul  Bonnie Kent
     
ITALIANO    Pag      2 3
 
     
English
Biografia
Mostre
 
HANNO SCRITTO DI LUI
A.Scalini. - D.Conenna - E. Cecchini
E.Cristiano - G. Massarelli - G.P.Palino.
M.Donini - S.Perdicaro - S. Coccia
M.T.Corleto - P.Parma - T.Ho Kit - V.Tortorelli
 
Home
Biography
Exhibitions
 
 
1972
Pittore spontaneo e genuino, si avvale di un trattamento assai indovinato del colore che non pregiudica violenza alle figure che imprime sulla tela, nel complesso riesce altrettanto bene nell?uso degli accordi cromatici. Le sue opere si distaccano un poco dal tipo tradizionale con tentativi, spesso riusciti, di portare avanti, diremo sulla scena della vita, un discorso nuovo e quindi una nuova interpretazione del suo sentire per? turbato, coi suoi sfondi caratteristici della difficile situazione e dall?angoscia dei nostri giorni che si rivela particolarmente, in molti giovani Artisti.
V.T.
 
1973"
Paul Bonnie Kent, ?un pittore spontaneo e quanto mai sensibile in tutti i suoi lavori che porta sempre a buon fine egli si avvale di una tecnica nella quale il trattamento cromatico e strutturale non ?mai in eccesso, cio?spinto come usano fare alcuni pittori moderni, ma intonato a coerenti indispensabili esigenze di forma, che sono i segni caratteristici dell?arte, Noi lo abbiamo seguito in questi ultimi anni e lo abbiamo visto trepidare di emozione ogni qualvolta si ?lanciato a portare avanti un discorso nuovo,una nuova interpretazione di una Immagine della vita, del suo sentire di uomo e di artista ,fortemente turbato nel crescente marasma della vita di ogni giorno Bonnie Kent ha per?sempre progredito in bellezza di immagini, in perfezione tecnica, grazie alla sua gagliarda volont? al suo sentimento artistico che gli infonde novelle energie e allettanti speranze nel difficilissimo campo dell?arte figurativa. Visto sul terreno propriamente estetico, questo giovane artista ?riuscito in brevissimo tempo, a padroneggiare nel difficilissimo amalgama del contenuto e della forma momento pi?scabroso della creazione artistica riuscendo a presentare opere valide sotto ogni aspetto.
V.T.
 
1982
L?attenzione di Bonnie Kent nei confronti della realt?si spinge fino alla considerazione dei particolari solitamente trascurati, che egli rivitalizza in un?ottica espressiva, mirante ad individuare nelle forme oggettive i segni della considerazione essenziale dei valori esistenziali. La sua adesione al figurativo, come genere di raffigurazione completa che non gli fa rifiutare tuttavia una terminologia simbolica, che in certe opere diviene pi? accentuata creando atmosfere emblematiche. E? il caso ad esempio di certe nature morte, nate come rappresentazione di un momento emozionale, ma al tempo stesso cariche di una tensione meditativa, che si insinua tra i segni della composizione strutturale e nel linguaggio cromatico. La ricerca costante dell?artista, per amalgamare le componenti formali e contenutistiche, che trova proprio la sintesi voluta nelle scelte cromatiche, intrinseche di tinte discrete negli sfondi luminosi nei primi piani, con una significativa serie di contrasti.
S.P.
 
1983
La sua ?una pittura armoniosa tra i colori caldi e densi che si celano sotto una sua Inimitabile tavolozza, stupendamente felice in ( Profilo di ragazza e natura morta con libri) Con mano febbrile,con spiccata inventiva, le tele di Bonnie Kent sanno di luce e poesia. A noi non resta che sottolineare la bravura di questo giovane artista che in breve tempo ha saputo imporsi per la sua pittura moderna, soffusa di colori e ingemmata di alta poesia.
G.M.
 
1983
Bonnie Kent ?un artista dotato di grande sensibilit?e di uno spiccato senso di osservazione. Le sue opere testimoniano un interesse sempre vivo, partecipe, vitale nei confronti della realt? perch?per questo artista l?arte ?un interesse vitale per l?essere. Molto Sensibile alla bellezza in genere ?proiettato nell?ambito di una ricerca estetica, che possa evidenziare alla luce della percezione psicoanalitica il concetto puro, l?idea, della nozione acquisita dalla esperienza dell?io empirico Pittura Carboncino e China chiarificano. Nella loro ampiezza creativa, l?esigenza della ricerca di questo artista. Le opere realizzate a carboncino rappresentano il rovescio della medaglia di Bonnie Kent. L?artista muove dalla nozione di oggettivazione,per oggettivare la figura della donna, in forma astratta isolandola dalla sua essenza fisica, da tale distacco ne viene fuori una apparenza,una illusione, legata intimamente alla percezione dell? io creativo, nei confronti della nozione acquisita, di cui il soggetto ne ha fatta esperienza. Definiamo le opere di Bonnie kent (Studi di critica estetica), in cui sensibilit?e razionalit?partecipano entrambe in uguali misure.
G.P.P.
 
1983
L'olio, il carboncino,la china sono le tecniche che l'artista predilige e padroneggia con spiccata maestria ed originalit?nella creazione artistica. il senso del disegno ?quanto mai pregevole e la sua perfezione stilistica segue da vicino le correnti pi?nuove dell'espressivit?moderna, ritrascritta, per? con gusto ed intenti molto personali ed intimi. La poliedricit?e pluralit?del reale vengono cos?ad essere scomposte in una interpretazione fortemente psichica che tende a svelarne l'interiorita pi?riposta. nelle tele dell'artista non v'? spazio per atteggiamenti alla moda o manieristici, ma tutto ?affidato ad una visualizzazione della materia proposta con segni efficaci e lineari nella loro simbologia. La percezione cromatica non solo ?del tutto adeguata alla discorsivit?tematica delle singole opere, ma interviene autonomamente nel processo creativo offrendo uno spessore di concretezza espositiva attraverso l'impasto e la scelta dell'effetto ottico, In questo senso, ogni tela risente positivamente dell'atmosfera di ricerca sperimentale in cui l'artista ?impegnato: ne risulta un'arte sempre in tensione e in movimento con se stessa e con la realt?circostante, verace testimonianza dell'ansia estetica della creativit? contemporanea.
M.T.C.